martedì 15 ottobre 2013

Dettagli di ambiente

Il design non studia solo l'aspetto funzionale dell'ambiente ma anche le sensazioni che esse comunicano. Tutto  all'interno di un ambiente deve essere armonioso, niente di più appagante tornare a casa e sapere di poter rifugiarsi in un luogo rilassante e confortevole.

Le scelte decorative sono importanti tanto quanto la funzione degli ambienti ed è anche la parte più divertente ma la varietà di stili cui attingere è tale che rischia di disorientare e potrebbe capitare che girando per negozi nuovi o a casa di amici avremmo sempre l'impressione di essere fuori strada.
Volete cambiare volto alla vostra casa? Provate a partire dalle tende.
Lunghe, corte, colorate, lisce o a drappeggio, la scelta è vasta ma non
sconsoliamoci.

Osserviamo con attenzione la stanza all'interno della quale vogliamo
mettere le tende ovviamente esse dovranno sposarsi bene non solo con la tipologia di arredamento, ma anche con il colore della stanza stessa.
Valutiamo anche le dimensioni della finestra, se è piccola per farla sembrare più grande, possiamo
optare per tessuti leggeri  se la finestra è corta l'ideale è un tessuto a strisce verticali, mentre
per una finestra stretta e lunga la scelta può variare a una tenda singola.

  1. Tende corte o lunghe?
Indubbiamente le tende corte sono più pratiche e meno ingombranti sono quindi
adatte per ambienti piccoli e dove si possono sporcare più velocemente tipo bagno
o cucina e dove in questi ambienti è necessario aprire la finestra frequentemente.
Le tende lunghe si prestano bene nelle camere da letto in soggiorno, si
trovano tende lisce o arricciate, a pannello o composte. Gli attacchi possono
essere a vista tipo bastone con anelli adatto a tende lisce, oppure l' attacco nascosto
adatto a tendaggi più voluminosi. Le tende a pannello sono molto eleganti e comode
adatte in arredamenti moderni.

  1. Tende arricciate o lisce?
Le tende arricciate sono il tipo di tenda per la casa più diffuso. La loro bellezza sta nel fatto che possono essere abbinate in pratica a qualsiasi tipo di stile, ovviamente con le dovute attenzioni. La particolarità che le renderà più adeguate all'uno o all'altro tipo di arredamento sta nella scelta dei tessuti, dei colori e delle fantasie.


 I colori?
La regola numero è quella di rispettare il gusto personale ma è necessario tenere conto di pregi e difetti di ogni diversa sfumatura. Il colore può modificare la percezione delle proporzioni quindi colori forti e intensi daranno all'ambiente una percezione  piccolo, colori freddi daranno la percezione di un ambiente dilatato, i colori chiari daranno un senso di leggerezza.
 
    Le tinte possono anche influire positivamente sul risparmio energetico: i colori caldi tendono a scaldare l'ambiente, i colori freddi danno un senso di "freddo".

    Ti potrebbe anche interessare: La percezione dell'ambiente attraverso i colori.
                                                     I colori per l'ambiente.
 

 
 

Nessun commento:

Posta un commento