venerdì 13 dicembre 2013

Infissi e serramenti.. cosa sapere

Approvazione proroga  del bonus 65% fino al 31 Dicembre 2014 .
  
L' eco-bonus:  il regime di detrazioni fiscali per gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici e per chi volesse sostituire gli infissi.

Ancora titubanti se sostituire i vostri infissi di casa? Se un lavoro davvero necessario che comunque avevate in mente di fare, approfittate di questa occasione.
Le spese per le quali è possibile usufruire della detrazione fiscale comprendono sia i costi per i lavori edili connessi con le opere di risparmio energetico, sia quelli per le prestazioni professionali (manodopera) necessaria per la realizzazione degli interventi e per acquisire la certificazione energetica richiesta , non necessaria per la sostituzione di finestre e infissi ma fondamentale  la fattura dei lavori svolti.
I pagamenti devono essere effettuati con bonifico bancario nel caso di soggetti non titolari di reddito d'impresa.
Le fatture degli interventi devono riportare l'indicazione del costo della manodopera distinto da quello dei beni. Tutta la documentazione deve essere conservata ed esibita a richiesta degli uffici finanziari.

Ma cosa dobbiamo sapere per scegliere il prodotto giusto?

Innanzi tutto spendiamo due parole su cose si intende per infissi Il termine "infisso" viene utilizzato,  per definire l'intero serramento,  realizzato per la chiusura delle aperture ricavate nella muratura e che mette in comunicazione l'interno e l'esterno di un edificio (serramenti esterni), o due locali interni dell'edificio stesso (serramenti interni). I serramenti comprendono finestre, porte, vetrate fisse ecc.

I materiali costruttivi utilizzati in prevalenza sono il legno ed il ferro, mentre a partire dal secolo scorso gli infissi sono stati fabbricati anche con altri materiali metallici tra i quali l'alluminio e plastici come il PVC. I materiali attualmente più usati sono i seguenti:


  • Legno - Tra i suoi vantaggi vi sono quelli legati all'ecologia, essendo il più naturale tra i materiali impiegati nella serramentistica. Offre un buon grado di isolamento termico ed una relativa facilità di riparazione. Gli svantaggi principali sono la facilità con cui si deforma e deperisce sotto l'azione degli agenti atmosferici, richiedendo maggiore manutenzione.
  • Alluminio - Non si altera, ha bisogno di scarsa manutenzione, è di facile lavorazione, pesa poco ed il prezzo è competitivo rispetto ai serramenti in legno pregiato, non offrendo un buon isolamento termico, presenta condensa in superficie. I telai vengono composti meccanicamente con squadrette. Dalla seconda metà del XX secolo sono in produzione serramenti in alluminio a "taglio termico", in cui la parte esterna del profilato è separata da quella interna da un profilo plastico che garantisce isolamento e diminuisce la condensa
  • PVC - Realizzati con profilati estrusi simili a quelli di alluminio, offrono un buon isolamento termico, pesano poco ed hanno prezzi contenuti.
    I serramenti in PVC, dopo aver dominato già da qualche tempo il mercato Nord-Europeo conquistando una quota vicina all’80%, sono sempre più graditi ai consumatori Italiani.
    Le ragioni di questo successo, sono dovute alle caratteristiche di robustezza, isolamento, resistenza alle variazioni delle condizioni climatiche, praticità di uso e facile manutenzione che sono tipiche delle finestre in PVC. Con una cura minima, anche dopo molti anni, l’aspetto e il funzionamento di questi serramenti rimangono pressoché immutati.

La finestra, è anche parte integrante dell’arredo e gioca pertanto un importante ruolo di carattere estetico, infatti oltre che pensare alla forma e il tipo di infisso per situazioni ogni volta diverse (climatiche - ambientali - strutturali),potete  anche assecondare gli aspetti estetici di ogni singola necessità (tipo di abitazione - arredamento etc.), di cui, le migliori aziende offrono un'ampia gamma di scelta di essenze e finiture prodotto.
 

Cura e manutenzione

Un' altra cosa da ricordare e che per mantenere nel tempo le qualità degli infissi è necessario provvedere almeno una volta all'anno ad una attenta verifica sullo stato di usura dei pezzi che compongono il serramento, al fine di garantire i requisiti tecnici e funzionali.Manutenzione ferramenta: controllare le parti meccaniche della finestra e, se necessario, ingrassare le parti mobili e di chiusura della ferramenta anta con vaselina o grasso per cuscinetti.Manutenzione guarnizioni: controllare l'integrità e l'elasticità delle guarnizioni dalle quali dipende la tenuta all'aria della finestra; è consigliabile non utilizzare detergenti o solventi aggressivi per la pulizia.
Le guarnizioni per porte e finestre contribuiscono in maniera determinante al risparmio energetico specialmente nel periodo invernale, impediscono l'ingresso di polveri e isolano dal rumore. Sono particolarmente indicate sui vecchi infissi in legno, in alluminio e in tutti i sotto porta.
Per le finestre è possibile utilizzare guarnizioni di schiuma o gomma con profili differenti, in base alla larghezza della fessura.
 
 


 
 

               Collezione Talento Tonda. Portafinestra
                   di Michelangelo Prezioso Infissi.




Nessun commento:

Posta un commento